logotype

Immagine di presentazione

Autodidatta, ho iniziato a scattare foto per compensare la mia difficoltà a disegnare e dipingere.La mia ricerca fotografica, anche a seguito di studi sul misticismo, è soffermarmi per osservare ciò che mi circonda, riflettere e scoprire quanto c’è oltre la immediata apparenza. Da sempre il mio intento è quello di riuscire a cogliere una realtà altra, tentando di scorgere le cose evidenti e le cose nascoste; mi piace indagare tra i risvolti della realtà cogliendone luci e ombre, toni e colori.

Quando voglio scattare foto vado quasi sempre da solo, colgo quello che attrae la mia attenzione, fisso intensamente senza pensare a nulla e cerco di "compenetrarmi” in quello che sto guardando. Aspetto che a livello mentale, non razionale, si crei “qualcosa”. Quando sento di essere pronto, inquadro, e mi succede di vedere quel “qualcosa”, oltre che nel mirino, anche sullo schermo del computer con le eventuali modifiche da apportare.A questo punto, la foto è pronta poiché corrisponde alla mia pre-visualizzazione mentale, realizza così la relazione osservatore – osservato, in simbiosi con il mio percorso interiore in atto da anni.